Robassomero

Scopri i luoghi più caratteristici della nostra città

Palazzo Olivieri

Posto nella via centrale del paese, è collegato ad un vicino giardino con un ponticello aereo che attraversa la strada. Oggi è residenza privata e può vantare un piccolo parco recintato, con una grande quercia secolare e un laghetto, un bello scalone intero e alcune volte artisticamente affrescate. L'edificio fu fato costruire nella seconda metà dell'Ottocento da u possidente lovale; successivamente fu sede per molti anni dei Frati Francescani, presenti a Robassomero almeno dal 1736 agli anni '70 e '80 del Novecento.

immagine2.jpg
immagine 3.jpg

Palazzo Richetta

Costruito nel 1753, sulla facciata esterna è ancora visibile lo stemma comunale. Oggi occupato al piano superiore dalla Biblioteca, è stato fino a poco più della metà degli anni '90 sede del Municipio cittadino, mentre l'attuale anfiteatro era il garage dello scuolabus. Fino agli anni '70 i locali dell'attuale Avis e del Gruppo Anziani erano l'abitazione del messo comunale. In anni ancora addietro fu proprietà privata di un possidente locale con stemma del casato posto sul portone di solida quercia sulla via principale ed abitazione privata ai piani superiori.

Chiesa di San Carlo

Si tratta di un edificio secentesco, situato sulla via principale del paese e ricco di reminiscenze sabaude. All'interno si possono ammirare due pregevoli affreschi, uno dedicato alla "Madonna addolorata con Cristo Morto" ed un secondo relativo a un ricordo sindonico: entrambi presumibilmente sono databili tra la fine del Seicento e la fine del Settecento/inizio Ottocento. 

immagine4.jpg
immagine5.jpg

Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina

La prima notizia della sua costruzione risale al 1438 ma la chiesa fu in seguito abbattuta e riscostruita e riconsacrata ex novo tra il 1503 e il 1506. A inizio '700 venne di nuovo restaurata con un importante esborso del Comune. Il lavoro per la costruzione del campanile iniziarono invece nel 1750 e terminarono nel 1754.  

La Chiesa di Santa Caterina è stata restaurata, internamente ed esternamente, anche recentemente, a inizio anni 2000.