Ciriè

Scopri i luoghi più caratteristici della nostra città

Palazzo D'Oria.JPG

Palazzo D'Oria 

Palazzo D'Oria è attualmente sede di parte degli uffici comunali (la Segreteria del Sindaco, l'Ufficio del Sindaco, del Segretario Comunale e l'Ufficio Personale) e al tempo stesso ospita sale di grande bellezza e antico fascino come la Quadreria dei Marchesi (dove è esposta la collezione di ritratti della famiglia D'Oria), la Sala degli Stucchi e la Sala delle Armi (dove sono esposti i ritratti della famiglia Gontery), la pregevole Biblioteca Storica (recentemente restaurata e arricchita con un percorso museale digitale che si estende nella adiacente sala di Carlo Emanuele I), la Sala dell'affresco e il suo atrio (entrambi arricchiti da affreschi di grande impatto visivo) e, per finire, la stessa Sala Consiliare, decorata da affreschi e da quadri di notevoli dimensioni.

Duomo di San Giovanni 

Nata come semplice chiesa dipendente dalla pieve di San Maurizio, con la formazione del borgo di Ciriè nel XIV secolo divenne la principale parrocchia del luogo e lo è tuttora.

L'impianto architettonico risale al modello gotico diffuso nel secolo XIV in tutto il Piemonte. La parte absidale è stata rifatta nel XVIII secolo.

La facciata fu restaurata nella seconda metà del XIX secolo dal conte Ceppi, insieme con la decorazione interna.

duomo.JPG
san martino.jpg

Chiesa di San Martino di Liramo 

La chiesa di San Martino di Liramo rappresenta un'importante testimonianza dell'architettura romanica nel Canavese. Una chiesa con una sola navata, posta in località Liramo, isolata rispetto al borgo di Ciriacum (oggi Cirié), esisteva già alla fine del X secolo, periodo al quale risale la muratura dell'abside principale conservatasi sino ai giorni nostri: in origine quindi la Chiesa faceva parte dell'insediamento sparso antecedente la costruzione delle mura del borgo.

Via Vittorio Emanuele II e centro storico cittadino

Con i suoi portici, le sue tante attività e gli esercizi commerciali, le sue vetrine allettanti e gli antichi palazzi (si veda ad esempio al Torre Ampalla del XIV/XV secolo) via Vittorio Emanuele II è considerata la via dello shopping, delle passeggiate del fine settimana e del relax. Non sono da meno le sue vie laterali, costellate da bar e ristoranti, che conducono da un lato verso Piazza Castello e dall'altro verso Piazza D'Oria, con il suo Monumento ai Caduti e i suoi tigli maestosi, simbolo della piazza e luogo di ritrovo per tanti giovani.      

via vittorio2.JPG
san giuseppe.HEIC

Chiesa di San Giuseppe

Nel 1598/99, in seguito alla grave pestilenza che colpisce Ciriè, gli abitanti decidono di far costruire un ospedale. Tuttavia, per la difficoltà di gestione e mantenimento economico che un ospedale avrebbe comportato, optano successivamente per l'edificazione di una chiesa. Chiesa che è collocata proprio nel centro storico di Ciriè, in via Vittorio Emanuele II, ed è inglobata nel tessuto urbano, con facciata leggermente arretrata rispetto agli edifici limitrofi.

Villa Remnert 

Villa Remmert è stata costruita alla fine del XIX secolo. Al momento dell'edificazione era caratterizzata da un parco all'inglese con dépendance agricola. Fu acquistata dalla famiglia Remmert, industriali di origine prussiana che a metà dell'800 impiantarono i loro opifici nella zona del basso Canavese e nelle Valli di Lanzo e in particolare a Ciriè, dove stabilirono anche la loro residenza.

Villa Remmert venne acquistata dalla Città di Ciriè nel 1988 per il suo pregio architettonico e per la sua collocazione e fa parte attualmente del patrimonio comunale.

Al suo interno vengono allestite mostre ed esposizioni e vengono ospitate le attività di alcune associazioni culturali ciriacesi.

area remmert.HEIC